D.LGS 231/01

• Il D.Lgs 231/2001 emanato in attuazione della delega di cui all’art.11 della legge 29 settembre 2000, n. 300 introduce la responsabilità amministrative degli enti (società di capitali, associazioni, consorzi, ecc.) su quanto stabilito dalle Convenzioni internazionali ratificate dall’Italia.

• L’applicazione del Modello organizzativo derivante dalla legge 231 è finalizzato alla eliminazione di eventuali comportamenti  di carattere illegale, attraverso la conoscenza diffusa all’interno dell’azienda delle previsioni normative e l’applicazione di specifiche sanzioni disciplinari e/o contrattuali, in caso di infrazione.

• In RBS, il processo di messa in atto del Modello previsto dalla legge 231 prevede l’emanazione del Codice Etico aziendale, l’individuazione delle aree aziendali caratterizzate da un potenziale rischio di infrazione, la definizione delle attività di prevenzione e controllo interno, attraverso l’istituzione dell’Organismo di Vigilanza (ODV). L’obiettivo è garantire la prevenzione e il controllo delle procedure applicate nella gestione aziendale.

In data 13 marzo 2012, il Consiglio di Amministrazione RBS approva il Modello di Organizzazione e Gestione Aziendale.

Modello di Organizzazione e Gestione – Parte generale (del 13 marzo 2012, rev. 00) 
Modello di Organizzazione e Gestione – Parte speciale (del 13 marzo 2012, rev. 00) 
Allegato - Codice Etico (del 13 marzo 2012, rev. 00) 
Allegato – Sistema Disciplinare (del 13 marzo 2012, rev. 00)
Regolamento dell’Organismo di vigilanza (del 13 marzo 2012, rev. 00)