CRM

La capacità di storicizzare i dati relativi alle attività di CRM rappresenta il primo, ma non l’unico, passo importante finalizzato all’individuazione delle tendenze riscontrabili all’interno del portafoglio clienti oppure in un bacino di prospect.
Diventa quindi fondamentale aggregare ed interpretare i dati raccolti al fine di individuare fenomeni significativi.

Per questa ragione i modelli di analisi implementabili e proposti da RBS sono:

Approccio Georeferenziale: Individuazione di fenomeni significativi con priorità alla suddivisione geografica con differenti livelli di dettaglio.
RFM (Recency, Frequency e Monetary): Individuazione di potenziali clienti attraverso la valutazione dei parametri indicativi quali la distanza temporale dall’ultimo acquisto effettuato, la distanza temporale tra differenti acquisti compiuti, l’importo speso per gli acquisti realizzati.
Individuazione di anomalie specifiche di processo: il monitoraggio di parametri prestazionali indicativi (KPI) consente l’individuazione di problematiche legate all’architettura di processi e procedure applicati.
Parametri flessibili, personalizzati e comparabili di indagini quantitative e qualitative.